INO
CNR
vai_a_storia   vai_a_organizzazione   vai_a_sedi   vai_a_personale   Area Riservata
    English English Version  
 
 
ritorna alla storia generale
storia della UOS di Trento / ex Centro BEC - INFM

2002-2004
Il centro Bose-Eistein condensation (BEC) di Trento è stato creato nel 2002, a seguito di una selezione nazionale, come centro di ricerca e sviluppo dell'Istituto Nazionale per la Fisica della Materia (INFM) finanziato dall'INFM e dalla Provincia Autonoma di Trento. Il centro è ospitato dal Dipartimento di Fisica dell'Università di Trento sulla base di un accordo di collaborazione.
La nascita del centro, diretto dal prof. Sandro Stringari, ha permesso il reclutamento di quattro giovani ricercatori, l'attivazione di borse di dottorato, di posizioni di post-dottorato e di visiting scientists. In breve tempo il centro ha potuto così raggiungere una massa critica di circa 20 ricercatori, in parte dell'INFM e in parte dell'Università, impegnati su varie tematiche di ricerca nell'ambito della teoria dei gas quantistici.

2005-2009
Nel 2005, per effetto di una riorganizzazione degli enti di ricerca, tutte le strutture INFM sono confluite nel CNR. Al centro BEC sono stati aggregati anche ricercatori ex-INFM operanti presso i laboratori del LENS di Firenze, impegnati in esperimenti su atomi ultrafreddi e sistemi fotonici, formalizzando e consolidando una collaborazione scientifica che era già attiva tra il gruppo teorico di Trento e i laboratori sperimentali di Firenze.

2010
L'integrazione dell'INFM nel CNR si è completata all'inizio del 2010. Il centro BEC, con le sue articolazioni di Trento e di Firenze, è stato inserito nell'Istituto Nazionale di Ottica (INO), dando vita a due distinte unità organizzative. L'unità di Trento, ancora denominata centro BEC, continua ad operare nella stessa sede, con una nuova convenzione tra INO e Università, e con il supporto finanziario della Provincia Autonoma di Trento.

2011-
Tra il 2010 e il 2011, due ricercatori CNR si sono trasferiti da Firenze a Trento per avviare un nuovo laboratorio sperimentale che si aggiunge alle numerose linee di ricerca teoriche esistenti.
Nel primo decennio di vita, il centro BEC di Trento si è guadagnato una posizione di leadership a livello internazionale nel campo dello studio degli atomi ultrafreddi, grazie anche ad una vasta e solida rete di collaborazioni con gruppi teorici e sperimentali operanti in Italia e all'estero.


INO © Istituto Nazionale di Ottica - Largo Fermi 6, 50125 Firenze | Tel. 05523081 Fax 0552337755 - P.IVA 02118311006     P.E.C.    Info