INO
CNR
vai_a_storia   vai_a_organizzazione   vai_a_sedi   vai_a_personale   Area Riservata
    English English Version  
 
 
ritorna alla storia generale
Storia della UOS di Pisa / ex IPCF - CNR

1969-1974
Il Laboratorio di Fisica Atomica e Molecolare (LAFAM) nasce a Pisa il 16 maggio 1969 in contemporanea con il MASPEC (Istituto Materiali Speciali per l'Elettronica e Magnetismo) di Parma: viene fondato dal Prof. Adriano Gozzini che lo dirige per oltre un decennio. La prima sede è in Piazza Torricelli presso l'Istituto di Fisica. Il personale che fa parte del LAFAM è composto da dipendenti, borsisti e contrattisti sia del CNR che dell'Università.
I professori Gerardo Alzetta, Arrigo Battaglia e Giuseppe Fornaca sono i referenti rispettivamente per la spettroscopia atomica e molecolare, le tecniche a microonde e radiofrequenza, la fisica del plasma, nuove attività di ricerca che si aprono nella Fisica in quegli anni. Gli anni 1973-74 sono un periodo di espansione del laboratorio tanto che è necessario il trasferimento nelle tre palazzine di Gello (San Giuliano Terme). Qui grande importanza vien data all'officina meccanica, al laboratorio di elettronica e a quello per la lavorazione del vetro, con numerosi tecnici altamente qualificati e macchine utensili all'avanguardia. Questi servizi costituiscono per anni il punto di riferimento per istituti di ricerca di tutta Italia e esteri. Oltre alle linee di ricerca di spettroscopia e plasmi, si aggiunge un gruppo che studia la fisica dei liquidi; sono gli anni dello sviluppo di nuovi sistemi laser che aprono ampi orizzonti nello studio della fisica della materia.

1975-1999
Nel 1975 il Laboratorio si trasferisce a Pisa, nei locali dell'ex fabbrica tessile Forest, con grande disponibilità di spazi e in posizione strategica nel centro di Pisa; nel frattempo il Laboratorio diviene Istituto, assumendo il nuovo nome di Istituto di Fisica Atomica e Molecolare (IFAM). Nel 1981 è nominato direttore il Prof. Franco Strumia, in carica fino al 1984, cui segue la direzione interna del Dr. Moreno Vaselli. Nel 1995, viene nominato direttore il Dr. Massimo Martinelli, proveniente dal Dipartimento di Fisica. Con la sua venuta si apre una nuova linea di ricerca su EPR ad alti campi.

2000-2009
Nel 2000 l'IFAM, come tutti gli Istituti pisani del CNR, si trasferisce nei nuovi locali dell'Area della Ricerca presso San Cataldo, alla periferia di Pisa. L'1/1/2002, in seguito alla nuova politica di accorpamento promossa dall'Ente, l'IFAM si fonde con altri due istituti pisani (l'Istituto di Chimica Quantistica ed Energetica Molecolare e l'Istituto di Chimica Analitica e Strumentale), con l'Istituto di Tecniche Spettroscopiche di Messina e con il Centro Studi Chimico-Fisici sull'Interazione Luce-Materia di Bari. Il neonato Istituto acquista così un carattere interdisciplinare nel campo della Chimica e Fisica, pur afferendo al Dipartimento Materiali e Dispositivi, con il nuovo nome di Istituto per i Processi Chimico-Fisici (IPCF). A rafforzamento del nuovo impianto multidisciplinare, al nucleo originario si aggiunge un gruppo di ricercatori proveniente dall'Istituto di Biofisica (IB) che aprono un nuova linea di ricerca nel campo della microscopia ottica.

2010
L'1 febbraio 2010 parte del personale dell'IPCF dà vita all'UOS di Pisa dell'INO: poiché gran parte del personale proviene, per storia e cultura scientifica, dal vecchio IFAM, la sezione viene dedicata al Prof. Adriano Gozzini. Il primo Responsabile UOS è stato il Dr. Antonio Giulietti, uno dei giovani ricercatori che negli anni '70 dette inizio all'attività di ricerca di Fisica del Plasma dell'Istituto.


INO © Istituto Nazionale di Ottica - Largo Fermi 6, 50125 Firenze | Tel. 05523081 Fax 0552337755 - P.IVA 02118311006     P.E.C.    Info