INO
CNR
vai_a_storia   vai_a_organizzazione   vai_a_sedi   vai_a_personale   Area Riservata
    English English Version  
 
 

Trasparente

alla Macro Area: NANO & BIO FOTONICAalla Linea di Ricerca: Nanostrutture per Sensori Chimici
Crescita di strutture quasi monodimensionali a base di ossidi

Dal momento della sua fondazione, le attività di SENSOR si sono focalizzate nel campo della ricerca di materiali innovativi per applicazioni funzionali, attraverso la fabbricazione bottom-up di ossidi metallici ionici nanostrutturati quasi-mono dimensionali (1-D), altamente ordinati e cristallini. Il crescente interesse scientifico nei sistemi 1-D, come nanofili e nanotubi, stimola il loro sfruttamento funzionale, e le nanostrutture cristalline 1-D stanno oggi emergendo come basi per una elettronica di nuova generazione e dispositivi optoelettronici in scala nanometriche con prestazioni superiori.
Il potenziale dell'approccio bottom-up per la preparazione di una nuova generazione di materiali nanostrutturati, con dimensioni e forme controllate, è stata dimostrata per un certo numero di ossidi puri. Le tecniche di fabbricazione di nanostrutture omogenee 1-D hanno ottenuto il controllo sulla forma, aspetto, e disposizione cristallina in misura considerevole, e il miglioramento dei metodi di sintesi ha recentemente ottenuto la fabbricazione di nanofili 1-D e strutture eterogenee chimicamente non omogenee, ed infine, l'integrazione diretta di nanostrutture funzionali in nano-dispositivi.
Nel gruppo SENSOR vengono sintetizzati e caratterizzati cristalli singoli quasi monodimensionali (in forma di nanofili) di ossidi di Zn, Sn, Cu, W, Ni, Nb e In, ottenuti mediante tecniche di deposizione fisiche (PVD) e chimiche (CVD) (Figura 1). L’evaporazione termica di ossidi o di precursori in forma di polveri avviene in condizioni controllate, ed è ottenuta in forni tubolari a bassa pressione. Sono inoltre state cresciute strutture gerarchiche di ossidi metallici, ottenute da procedimento a diverse fasi ed utilizzando dei catalizzatori. Inoltre, sono studiate alcune tecniche di crescita in fase liquida per la preparazione nanostrutture di ossido di Zn e Cu. Abbiamo ottenuto bi-piramidi di Cu2O attraverso la riduzione di Cu(OH)2, utilizzando l’idrazina come agente riducente.
Anodizzazione Elettrochimica
SENSOR utilizza anche l’anodizzazione elettrochimica per preparare ossidi in forma di strutture quasi 1D. La superficie del metallo può essere facilmente ed economicamente ossidata e modificata con il metodo dell’anodizzazione elettrochimica. Sono stati eseguiti dei processi di anodizzazione di fogli di titanio e di film sottili su substrati solidi ed anche flessibili (Es. polimeri) utilizzando una cella elettrochimica a due elettrodi. La morfologia e la forma risultante del titanio anodizzato è fortemente dipendente dalle condizioni sperimentali, quali ad esempio il tipo e la concentrazione di elettroliti, la corrente e la tensione applicata, la temperatura ed il tempo di anodizzazione (Figura 2). Le nanostrutture preparate sono state poi completamente caratterizzate in termini di proprietà morfologiche, strutturali, elettriche e ottiche, sia in forma di matasse di nanofili (NWs) allineati verticalmente, che transistor formati da singoli NW.


Immagine SEM dei nanofili di ossido di Cu preparati per ossidazione termica

Immagine SEM di un array di nanotubi di titania ottenuti per anodizzazione elettrochimica su un substrato flessibile
Personale INO:

Dipendenti: Baratto Camilla

Ricercatori Associati: Comini Elisabetta, Faglia Guido Pietro

UOS/Laboratorio INO:
Sezione INO di Brescia "Sensor Lab" (Sensor Laboratory)

INO Group/Research Team: Sensor Lab-UOS Brescia

Area/e Applicativa:
Energia & Ambiente, Scienze della Vita & Salute, Sicurezza, Metrologia & Sensori
Finanziamento da Progetti:
- Title: Cyber-Sort (Acronym: Cyber-Sort)
- Title: NANEOS: Multi-Sensor System for Rapid Detection of Hazardous Agents  (Acronym: NANEOS)
- Title: Sniffer for concealed people discovery (Acronym: SNOOPY)
Principali Prodotti della Ricerca associati:
1) Vapour phase nucleation of ZnO nanowires on GaN: growth habit, interface study and optical properties su Rsc Advances (2016) di Baratto C., Ferroni M., Comini E., Faglia G., Kaciulis, Balijepalli S.K., Sberveglieri G. (Articolo su Rivista JCR/ISI)
2) Large surface area biphase titania for chemical sensing su Sensors And Actuators. B, Chemical (print) (2015) di Galstyan V., Comini E., Baratto C., Ponzoni A., Ferroni M., Poli N., Bontempi E., Brisotto M., Faglia G., Sberveglieri G. (Articolo su Rivista JCR/ISI)
3) Tungsten oxide nanowires for chemical detection su Analytical Methods (2015) di Zappa D., Bertuna A., Comini E., Molinari M., Poli N., Sberveglieri G. (Articolo su Rivista JCR/ISI)
4) Integration of ZnO and CuO nanowires into a thermoelectric module su Beilstein Journal Of Nanotechnology (2014) di Zappa D., Dalola S., Faglia G., Comini E., Ferroni M., Soldano C., Ferrari V., Sberveglieri G. (Articolo su Rivista JCR/ISI)
5) Gas sensing study of ZnO nanowire heterostructured with NiO for detection of pollutant gases presentato a: EUROSENSORS 2014 (2014) di Baratto C., R. Kumar, E. Comini, G. Faglia, G. Sberveglieri (Abstract/Poster/Presentazione in congresso)
Altri Prodotti della Ricerca associati: 1

INO © Istituto Nazionale di Ottica - Largo Fermi 6, 50125 Firenze | Tel. 05523081 Fax 0552337755 - P.IVA 02118311006     P.E.C.    Info